Vai al contenuto
Home » Blog » Visitare Cinecittà a Roma

Visitare Cinecittà a Roma

La storia del cinema italiano, gli studios dove hanno girato grandi pellicole e serie TV: Cinecittà è questo e molto di più.

Visitare Cinecittà a Roma è come entrare in un universo parallelo: potrai ammirare con i tuoi occhi la storia del cinema nostrano passando dai grandi film e i più grandi registi.

É un luogo imperdibile a cui dedicare una visita di qualche ora per poter approfittare di ogni angolo del museo e della visita con la guida all’interno dei numerosi set.

Cinecittà, la culla del cinema italiano dagli anni ‘50 a oggi

Gli Studi di Cinecittà sono i più grandi d’Europa e restano tutt’oggi punto di riferimento per tutte le grandi produzioni italiane e internazionali grazie agli ampi spazi e alle strutture presenti.

Sono stati costruiti in appena 15 mesi per volere del governo Mussolini nel 1937 e hanno iniziato sin da subito ad essere operativi: 60 ettari al cui interno troviamo 73 edifici e 21 teatri di posa.

Il momento d’oro dei Cinecittà Studios comincia però nel Secondo Dopoguerra, intorno agli anni ‘50, quando le produzioni americane come la Century Fox iniziano a sceglierli per i grandi peplum, i film colossal in costume come Hercules e Ben Hur.

Da qui nasce il termine Hollywood sul Tevere, per il gran numero di produzioni americane che sceglievano Roma per i loro set.

Tuttavia, questo momento d’oro ha vita breve, perché a partire dagli anni ‘60, con l’avvento della televisione e la fine dei film storici, Cinecittà perde il suo primato tecnico e produttivo.

Durante la storia più recente possiamo dire che gli studi hanno ricominciato una nuova stagione di grande attività grazie a produzioni importanti come “Gangs of New York” di Martin Scorsese, “La passione di Cristo” di Mel Gibson, “Le avventure acquatiche di Steve Zissou” di Wes Anderson e serie TV come “Rome” e “Doctor Who”.

Oltre a serie TV e film, gli spazi di Cinecittà ospitano anche grandi eventi come l’Eurovision Song Contest e la cerimonia per l’assegnazione del David di Donatello.

Visitare Cinecittà SiMostra

Oggi visitare Cinecittà SiMostra significa fare un salto nel tempo e allo stesso tempo divertirsi scoprendo tutto il lavoro che sta dietro alla cinepresa.

La Mostra permanente, infatti, non è solo un Museo statico auto commemorativo delle proprie glorie passate e presenti, bensì uno spazio diviso in 4 percorsi espositivi composti da laboratori interattivi e ricostruzioni di scene cinematografiche  e i diversi set esterni.

Girando a Cinecittà

Il primo percorso della Mostra racconta la storia delle grandi produzioni tramite scene di film proiettate, allestimenti fotografici e costumi di scena originali indossati da personaggi iconici come Toni Servillo, Salma Hayek, Jared Leto e Lyz Taylor.

Un percorso didattico per Cinecittà

Visitare Cinecittà significa anche potersi divertire tramite attività interattive dove si esplorano i mestieri del cinema come il costumista, il regista e lo sceneggiatore.

La stanza del sonoro, ad esempio, permette di doppiare una scena con la propria voce e riascoltarla: chi non vorrebbe gridare “Marcello come here!” al posto di Anita Ekberg nel film la Dolcevita?

La stanza del green screen permette di sperimentare su sé stessi questo conosciutissimo strumento utilizzato per creare effetti speciali sullo sfondo dei personaggi.

Nella stanza del costume si possono creare gli outfit per i personaggi di un determinato film tramite uno schermo touch screen… le bambine ne vanno davvero pazze!

Il sottomarino

Il percorso della Mostra prosegue in quello che sembra un vero sottomarino, utilizzato per le riprese del film U-571 che racconta vicende della Seconda Guerra Mondiale.

Palazzina Fellini

La visita negli spazi interni termina nell’ala dedicata al grande regista Federico Fellini con le ricostruzioni di alcune scene tratte del film “La città delle donne”, la sala che ospita il teatro Fulgor, caro al regista e una scena rappresentativa del regista con tutte le locandine dei suoi film e una vera  Fiat 125.

I set all’aperto

La visita esterna può variare a seconda delle attività in corso, ma di norma, i 3 set all’aperto sempre visitabili sono Roma Antica, Gerusalemme e la casa di “Un medico in famiglia”.

Roma antica è il più grande e solenne dei 3 set e lascia davvero senza fiato: è stato costruito per la serie della HBO “Rome” e poi è stato utilizzato per pubblicità come quella di Victoria’s Secret, eventi come l’esibizione dei Coldplay e video musicali.

Gerusalemme, invece, è stato il set creato per “La Passione” di Mel Gibson e il film “The Young Messiah” ed è costruito completamente in vetroresina, per un risultato incredibilmente verosimile e maestoso.

Infine troviamo la casa di “Un medico in famiglia”, serie televisiva italiana andata in onda sulla Rai dal 1998 al 2016: sono visitabili le due case e l’isolato dove si svolgono la maggior parte degli eventi dei protagonisti.

Ora non ti resta che prenotare la tua visita e trascorrere una splendida giornata in compagnia del cinema italiano!

Per tutte le informazioni sulla visita e la prenotazione leggi qui.

👉Scheda Clickart

???? Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Sonia Fenoglio

Sono una Copywriter e Web Writer freelance, che dire una vera fan delle parole! Visitatrice seriale di musei, borghi inesplorati e tradizioni. Faccio viaggi poco comodi e sono sempre alla ricerca della bellezza nel mondo. Daniel Pennac diceva che "leggere dilata il tempo del vivere", ma secondo me anche viaggiare e scrivere.View Author posts

Enable Notifications OK No thanks