Vai al contenuto
Home » Blog » Una specie di Alaska al Teatro Binario 7

Una specie di Alaska al Teatro Binario 7

Sara Bertelà_scena (2)
 

Monza, Teatro Binario 7 – 1 e 2 febbraio

UNA SPECIE DI ALASKA
di Harold Pinter

con Sara Bertelà, Orietta Notari, Nicola Pannelli
allestimento scenico Nicolas Bovay
costumi Catia Castellani
regia Valerio Binasco
produzione Nidodiragno

Sara Bertelà è vincitrice del Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2013
come Miglior Attrice Protagonista

Una specie di Alaska, di Harold Pinter, è in scena al Teatro Binario 7 l’1 e 2 febbraio 2014. Per il pubblico monzese un’interessante anteprima: l’attrice Sara Bertelà, vincitrice del Premio Le Maschere del Teatro italiano 2013 come Miglior attrice protagonista, l’Oscar del teatro italiano, presenta lo spettacolo alla Biblioteca San Gerardo di Monza sabato 1 febbraio alle ore 11.00, primo appuntamento della rassegna “Vivi il dietro le quinte”.

Lo spettacolo è ispirato alla raccolta di testimonianze reali che il medico Oliver Sacks raccoglie nella sua memorabile opera «Risvegli», in cui racconta le esperienze dei suoi pazienti affetti dall’encephalitis letargica, epidemia che dopo il 1916 terrorizzò buona parte del mondo.

Harold Pinter, Premio Nobel per la letteratura nel 2005, colpito da queste incredibili vicende umane, ci descrive in modo commovente ed estremo il risveglio di una donna dopo ventinove anni di coma letargico e lo smarrimento che deriva da questo lungo periodo di assenza.
A sua volta Valerio Binasco, regista stimatissimo, sedotto dalle opportunità di una storia così unica, mette in scena uno spettacolo nel quale emergono tutte le caratteristiche contraddittorie del Teatro Povero: «minimalismo e assoluto classico, intimità e crudezza», che secondo lui costituiscono le suggestioni del teatro contemporaneo. La sua opera è attenta a cogliere e a trasmettere la massima capacità emozionale del testo, senza tuttavia ricorrere ad altro se non al nudo spazio scenico, con elementi di scenotecnica ridotti all’essenziale estrapolati dalla realtà non-teatrale (illuminazione con lampadine, objets trouvés).

«Occorrono attori importanti per un teatro fatto di soli attori», afferma Binasco, ed ecco che disarmante è la prova di Sara Bertelà – vincitrice del Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2013 come Miglior Attrice Protagonista per lo spettacolo Exit di Fausto Paravidino – nei panni di Deborah, capace di condurre il pubblico in un clima sospeso – in una specie di Alaska – tra un presente assurdo dove non riesce a collocarsi e quel tempo “bianco”, non vissuto e rubato che non tornerà più.

🤞 Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Art Spettacoli