“Lorenzo Marini Oberdan 2015” (opere inedite no pop no op) – Foyer Spazio Oberdan

LorenzoMarini

“Lorenzo Marini Oberdan 2015”
(opere inedite no pop no op )

a cura di Milo Goji

Foyer Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto, 2 – Milano
dal 19 febbraio al 1 marzo 2015

orari: da martedì a domenica 10-19.30 – lunedì chiuso
ingresso libero
inaugurazione mercoledì 18 febbraio, ore 18.00

Si tiene a Milano, nel Foyer di Spazio Oberdan, dal 19 febbraio al 1° marzo prossimi, la mostra “Lorenzo Marini Oberdan 2015, opere inedite no pop no op”, personale di Lorenzo Marini.

Marini è conosciuto soprattutto come uno dei più prestigiosi art director italiani, autore di libri di successo pubblicati a livello internazionale, spesso ospite di programmi televisivi e radiofonici. Lorenzo Marini si presenta con i suoi ultimi lavori artistici destinati a rappresentare una svolta nella sua carriera pittorica.
L’arte visiva ha rappresentato il suo primo amore.
Prima di laurearsi in architettura, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove è stato allievo di Emilio Vedova. Dopo la laurea, ha iniziato a lavorare nelle principali agenzie di pubblicità, fino a crearne una propria.
Nel frattempo, in tutti questi anni, ha continuato a sviluppare la sua ricerca artistica caratterizzata in particolare dal tradurre in arte visiva il concetto di visual pubblicitario. Le sue opere, spesso, sono come pagine pubblicitarie ripulite da scritte e immagini.
E’ stato un giornalista appassionato d’arte, Milo Goj, che conosce e segue i lavori di Marini, a convincere l’art director a entrare nel mondo dell’arte visiva.
Prima del debutto ufficiale presso lo Spazio Idro Art di Senago, i lavori di Marini sono stati sottoposti a Giacinto di Pietrantonio, uno dei maggiori esperti di contemporary art, che diventerà il suo critico di riferimento.
Dopo alcune presenze presso gallerie newyorkesi e cinesi, ha debuttato lo scorso anno con due personali patrocinate dalla Provincia di Milano, presso due spazi pubblici: lo Spazio Idro Art e Villa Vertua di Novate Milanese, dove ha proposto un’antologica dei suoi lavori degli ultimi vent’anni.
C’è grande attesa per questa mostra in cui espone le sue ultime e inedite opere.