Dell’amore e di altri demoni @ Teatro Binario 7 | 12 dicembre

MarquezVSAccordino

MONZA TEATRO BINARIO 7

DELL’AMORE E DI ALTRI DEMONI

sabato 12 dicembre, ore 21.00

di Gabriel García Márquez

diretto e interpretato da Corrado Accordino

assistente alla regia Valentina Paiano

scena e costumi Maria Chiara Vitali

animation project MicrofilmStudio
lead animator
Federico Cadenazzi
animators
Chiara Lorenzon e Marco Enea Spilamberto
graphic illustration
Chiara Vitale

produzione La Danza Immobile / Teatro Binario 7

INGRESSO GRATUITO

Corrado Accordino, Direttore Artistico del Teatro Binario 7, ha deciso di condividere con il pubblico la magia del Natale rendendo omaggio, a poco più di un anno dalla scomparsa di Gabriel García Márquez, al Premio Nobel per la letteratura con uno spettacolo ad ingresso gratuito aperto a tutti i cittadini.

In scena, sabato 12 dicembre alle ore 21.00, il romanzo Dell’amore e di altri demoni, che ha debuttato a Milano la scorsa stagione.

Lo spettacolo si propone di restituire tutta la forza del racconto originale, ambientato negli anni dell’inquisizione dove l’amore rappresenta il più terribile dei demoni. Un racconto magico e terrificante, dove l’indifferenza di un padre e la malvagità di una madre creano mostri e disincanti nel cuore dell’indesiderata figlia, costretta ad isolarsi e costruirsi un mondo altrove, fatto di menzogne e inganni, fino a quando la giovane ragazza verrà morsa da un cane rabbioso e la malattia che la contagerà verrà letta e interpretata come un segno del demonio.

«Si parlerà di uomini e si parlerà d’amore. Amore cieco e amore furioso – spiega l’attore e registra Corrado Accordino –. Si vedranno i segni della storia di Márquez lasciati nella voce di chi racconta e negli occhi di chi vorrà guardare. Perché le storie non muoiono con gli scrittori, continuano a vivere in chi le sa ascoltare, e si fanno arte in una forma anche inaspettata».

Per evocare sulla scena la voce della poetica di Márquez, Corrado Accordino sceglie di seguire contemporaneamente tre percorsi: la parola, la musica e le immagini. Da questa necessità nasce la collaborazione con gli animatori di MicrofilmStudio di Milano: dare forma all’intuizione di un dialogo su più livelli, in cui corpo e parole dell’unico attore in scena s’intrecciano con immagini simboliche, divinatorie o allucinanti.