Vai al contenuto
Home » Blog » “Lo Schiaccianoci”, dal 12 al 20 dicembre

“Lo Schiaccianoci”, dal 12 al 20 dicembre

Serata Ciaikovskij - Accademia alla Scala

LO SCHIACCIANOCI

Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala

Coreografia Frédéric Olivieri da Lev Ivanovič Ivanov

Musica Pëtr Il’ič Čajkovskij

Assistenti alla coreografia Leonid Nikonov, Maurizio Vanadia, Paola Vismara

Tatiana Nikonova, Loretta Alexandrescu, Vera Karpenko, Paolo Podini, Elisa Scala

Scene e costumi Roberta Guidi di Bagno

Allestimento Teatro alla Scala

Drosselmeyer

Clara

Soldato/Schiaccianoci

Fritz

Fata Confetto e Principe

Re dei Topi

Regina della Neve

Bambola

Coordinamento alle scene Angelo Sala

Assistente costumista Cristiana Malberti

Capo sarta Sabina Rostri

Assistente capo sarta Pasqualina Inserra

Capo truccatori e parrucchieri Chiara Adorno

Allievi ed ex allievi dei Corsi per sarti dello spettacolo, truccatori e parrucchieri teatrali, attrezzisti di scena

 

Si ringraziano per la collaborazione i Laboratori di Scenografia del Teatro alla Scala

Dal 12 al 20 dicembre gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala interpretano al Teatro Strehler (Milano, L.go Greppi 1) la fiaba natalizia per eccellenza, Lo Schiaccianoci, su musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij, nell’allestimento del Teatro alla Scala, per il quale Frédéric Olivieri nel 2011 ha ideato una nuova coreografia ispirandosi a quella originale di Lev Ivanov.

Il balletto è realizzato con il sostegno della Fondazione Cariplo, nell’ambito del Progetto Triennale “La Scuola di Ballo in scena”.

Sul palcoscenico, si alterneranno oltre 150 allievi della Scuola di Ballo. Ispirato ad una versione edulcorata di Alexandre Dumas del noto racconto di Ernst Hoffmann “Schiaccianoci e il re dei topi”, il balletto venne rappresentato la prima volta nel 1892 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.

Lev Ivanov, chiamato a sostituire Marius Petipa caduto in malattia, realizzò la coreografia per i Teatri Imperiali Russi infondendovi un’atmosfera fiabesca e onirica, ben distante dalle note oscure del testo di Hoffmann.

Innumerevoli le diverse versioni del balletto, nel ’900 come ai giorni nostri, alcune delle quali decisamente lontane dall’originale: bastino i nomi di Vasily Vainonen (1934), George Balanchine (1954), Rudolf Nureyev (1963), John Cranko (1966), John Neumeier (1971), Roland Petit (1976), Mikhail Baryshnikov (1976), Matthew Bourne (1992), Maurice Béjart (2000), Alexei Ratmansky (2010).

L’allestimento in scena allo Strehler, nato nel 2000 al Teatro alla Scala per la firma di Roberta Guidi di Bagno, è stato riportato a nuovo vigore da un gruppo di ex allievi del Corso per scenografi realizzatori e del Corso per sarti dello spettacolo.

Con Lo Schiaccianoci, l’Accademia rinnova per il settimo anno la proficua collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano.

In questa stagione gli allievi si esibiranno allo Strehler anche dal 17 al 20 marzo 2016 in occasione dello spettacolo istituzionale, che annualmente li mette alla prova in coreografie del repertorio classico, moderno e contemporaneo.

Fra gli impegni del 2015/16 val la pena ricordare il 12 aprile, al Teatro Fraschini di Pavia, Cenerentola, balletto andato in scena con grande successo nella scorsa stagione proprio al Teatro Strehler, nuova commissione della Fondazione Bracco, con la coreografia di Frédéric Olivieri e le scene di Angelo Sala. Una produzione di grande freschezza, a cui hanno dato il proprio contributo diversi corsi dell’Accademia: dai sarti ai truccatori ai fotografi di scena.

Spettacolo di fine anno il 5 e il 12 giugno, al Teatro alla Scala, con l’orchestra dell’Accademia diretta da David Coleman.

Significative anche le partecipazioni degli allievi alle produzioni della stagione scaligera, accanto ai più grandi artisti del mondo, da Svetlana Zakharova a Roberto Bolle, da Massimo Murru a Leonid Sarafanov: dopo La bella addormentata, con la coreografia di Alexei Ratmansky su musiche di Čajkovskij, che ha visto sul palcoscenico della Scala oltre 70 allievi, fra marzo e aprile torna l’indimenticabile Don Chisciotte di Rudolf Nureyev su musiche di Ludwig Minkus.

???? Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Mihail Ottelli

Enable Notifications OK No thanks