Vai al contenuto
Home » Blog » Una specie di Alaska

Una specie di Alaska

TEATRO LIBERO – MILANO

Alaska1Una storia vera, raccontata da Oliver Shacks in Risvegli e trasformata in teatro da Harold Pinter, che attraversa la vicenda di Deborah e ci conduce nella misteriosa dimensione del tempo, quello della vita che passa, scorre e si trasforma, anche nel silenzio del coma. Deborah si risveglia, ha 45 anni, ma gli ultimi 29 li ha trascorsi addormentata, causa della malattia che l’aveva colpita da ragazzina. I suoi occhi, rimasti infantili, ma segnati dall’età adulta, si sgranano di fronte a una realtà del tutto cambiata, invecchiata, svuotata di presenze e memorie. È la festa di una seconda nascita, ma anche il lutto del tempo perduto, della disillusione.

Il regista Valerio Binasco sceglie di porre la scena praticamente in mezzo al pubblico creando una situazione di coinvolgimento dello spettatore molto efficace. La Bertelà è un’interprete semplicemente stupenda: parla con voce infantile, ride come una bambina sciocca, passa dallo stupore agli eccessi di rabbia, agli sguardi sospettosi. Interpretazione magistrale, che non deborda mai e riesce a dare grande linearità allo spettacolo non privandolo della sua carica emotiva.
Difficile trattenere l’applauso a scena aperta per un’interpretazione da premio. Bravi anche gli altri interpreti Nicola Pennelli e Orietta Notari. Gli amanti del buon teatro non perdano assolutamente questo spettacolo.

 
UNA SPECIE DI ALASKA
di Harold Pinter regia di Valerio Binasco
con Sara Bertelà, Orietta Notari e Nicola Pannelli
DAL 16 AL 28 SETTEMBRE

🤞 Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Enable Notifications    OK No thanks