I fantastici 4

Una cosa, ormai, è chiara: mi piace il cinema e non disdegno di guardare anche quei film ispirati ai super eroi che fanno tanto furore fra i bambini e gli adolescenti e meno fra persone della mia età.
Un film che, ogni tanto, amo riguardare è I fantastici 4, che non può essere definito un capolavoro della Settima Arte ma è consigliato per passare due ore in allegria senza scene volgari o eccessivamente violente anzi, in questa pellicola, le scene di violenza hanno un fine più nobile dato che portano al trionfo del bene.
La storia racconta di 5 scienziati che si trovano a bordo della stazione orbitante per studiare gli effetti di una nube di raggi cosmici ma che, per una fatalità del destino, finisce per investirli con risultati inaspettati.
Al ritorno dallo spazio i 5 scienziati si accorgono che quella nube, oltre ad avere causato danni strutturali, alla stazione orbitante, e fisici a loro ha, anche, mutato la struttura genetica di ognuno di loro trasformandoli per sempre.
Ecco che nascono Mr. Fantastic, l’uomo di gomma, Sue, la donna invisibile, Johnny la torcia umana e Ben, l’uomo roccia; questi quattro formano i fantastici 4 che si assumono il compito di proteggere l’umanità ed il mondo da qualsiasi cosa e da qualunque persona lo possa mettere in pericolo ed in particolare da Victor Von Doom, il crudele dottor Destino che, con i nostri eroi, si trovava sulla stazione orbitante al momento della collisione con la nube cosmica.
Il film è uscito nel 2005 e, nonostante i buoni incassi ottenuti a livello internazionale, ha fatto guadagnare all’attrice protagonista, Jessica Alba, la nomination come “peggior attrice protagonista” ai Razzie Awards del 2005.
Qualche curiosità: il produttore del film Ralph Winter, e uno dei creatori del fumetto, Stan Lee, hanno partecipato al film: il primo nelle vesti dell’operaio che, nella scena finale, registra la presenza di Destino a bordo del cargo diretto a Latveria ed il secondo in quelle del postino che consegna a Mr. Fantastic un bel fascio di fatture e bollette.
A questo film assegno 3 stelle su 5: la storia è bella e divertente e sugli effetti speciali non ho nulla da recriminare perché mi sembrano ben fatti.