Addio a Philip Seymour Hoffman trovato morto a New York

Philip-Seymour-Hoffman-MORTO-300x168

L’attore americano Philip Seymour Hoffman è stato trovato morto nel suo appartamento a New York poche ora fa, stando a quanto riportato sul Wall Street Journal. La causa, ancora da accertare, sarebbe quella di una possibile overdose.
Il Dipartimento di Polizia di New York starebbe indagando per determinare la causa esatta della morte dell’attore, spentosi all’età di 46 anni. Hoffman era legato sentimentalmente alla costumista Mimi O’Donnell, conosciuta sul set dell’opera teatrale We’d All Be Kings da lui diretta. Lascia tre figli, Cooper Alexander (2003), Tallulah (2006), Willa (2008).
Hoffman lottava da anni contro la tossicodipendenza, tanto da finire in rehab per abuso di eroina poco più di un anno fa. L’ultimo film girato è Hunger Games: La ragazza di fuoco. Sarebbe invece dovuto tornare dietro la macchina da presa (l’esordio alla regia è nel 2010 con Jack Goes Boating) con Ezekiel Moss.
Era considerato uno degli attori contemporanei più talentuosi, apprezzato da pubblico e critica per le sue incredibili performance, tanto da aver vinto l’Oscar come Migliore attore per la sua interpretazione in Truman Capote – a Sangue Freddo. Altre nomination furono quelle per La guerra di Charlie Wilson, Il dubbio e The Master.
Il debutto avvenne nel 1991 con la partecipazione a Triple Bogey on a Par Five Hole, fino a quando venne notato dalle grandi case di produzione di Hollywood. Tra i suoi più grandi successi troviamo Boogie Nights, Il grande Lebowski, Magnolia, Il talento di Mr. Ripley. Nel 2000 si aggiudicò inoltre il Tony Award come Migliore attore da palcoscenico.

http://seesound.it