The Hateful Eight, Tarantino rinuncia: «Mi hanno rubato la sceneggiatura, non lo giro più»

quentone

Neanche il tempo di godersi la notizia che subito la vediamo, ahinoi, smentita: stiamo parlando di The Hateful Eight, il (fu) nuovo film di Quentin Tarantino, western con Christoph Waltz e Bruce Dern che il regista di Django Unchained avrebbe dovuto girare nei prossimi mesi. E invece indietro tutta, e per motivi non certo piacevoli: lo stesso Tarantino ha infatti rilasciato ieri un comunicato stampa nel quale si dice «incredibilmente depresso» perché il suo primo draft di sceneggiatura è finito in Rete senza il suo permesso, ed è stato già letto da centinaia di migliaia di curiosi. Queste le sue furiose parole:

«Avrei voluto girare il prossimo inverno, tra un anno quindi, e l’avevo consegnato solo a sei persone: a uno dei produttori di Django, che l’ha fatto leggere a un agente di Hollywood ma non gli ha lasciato una copia, a due persone fidate e a tre attori, cioè Michael Madsen, Bruce Dern e Tim Roth. So per certo che non è stato Tim Roth, ma uno degli altri due ha passato lo script al suo agente e questo l’ha fatto circolare per tutta Hollywood. Non so cosa cazzo gli passi per la testa a questi agenti, ma ormai il progetto è morto. Lo pubblicherò, forse sotto forma di romanzo, e passerò al prossimo film. Ne ho almeno altri dieci pronti per partire».

Tarantino ha poi aggiunto che «non è che mi dispiaccia se vi leggete la mia sceneggiatura, alla gente piace quel che faccio e fa di tutto per leggersi i miei copioni. Ma questo l’avevo dato a sei cazzo di persone!», e che spera che «chi sa, parli». Chissà che la vicenda non diventi un giallo appassionante a sufficienza da ispirargli una nuova sceneggiatura…

www.bestmovie.it