Sotto accusa

sottoaccusaEssere donna, in questo periodo, puo’ essere molto pericoloso; non passa giorno che non si senta notizie di donne uccise, violentate oppure massacrate di botte da uomini che, anziché amarle, le odiano talmente tanto da considerarle oggetti di cui poter disporre a proprio piacimento.
Il cinema ha raccontato in diverse pellicole storie di donne maltrattate ma, un titolo in particolare, è rimasto nella memoria di tutti noi e si tratta di “Sotto accusa” interpretato così bene da Jodie Foster da aver vinto il premio Oscar come miglior attrice protagonista. Il film è ispirato ad un fatto realmente accaduto in un bar di New Bedford, in Massachusetts nel 1983 e narra la vicenda di Sarah Tobias, cameriera in un bar e con una pessima reputazione, che viene violentata da tre ragazzi, all’interno del locale, circondati da avventori che incitavano i tre ad andare fino in fondo.
Il procuratore, che si occupa del caso, accusa i tre ragazzi di lesioni colpose ma, dopo aver avuto modo di conoscere la vittima, si rende conto di aver condotto in modo superficiale le indagini, porta il caso in tribunale citando anche gli uomini che hanno incitato i tre alla violenza ed arrivando ad ottenere la condanna per gli istigatori e aumentando la pena d scontare ai tre stupratori.
Jodie Foster si conferma una grandissima attrice capace di interpretare, con la giusta convinzione, un ruolo così difficile come quello di una donna vittima di violenza.