Vai al contenuto
Home » Blog » “Smart Energy”, primo appuntamento della stagione “Teatro+Tempo Famiglie”

“Smart Energy”, primo appuntamento della stagione “Teatro+Tempo Famiglie”

smartenergy_stampa
 

SMART ENERGY
con Vittorio Di Mauro, Giuliano Gariboldi, Marco Gavazzeni
regia Fabio Comana
compagnia Erbamil
età consigliata dai 7 anni in su

domenica 8 dicembre 2013, ore 16

La rassegna dedicata all’ambiente parte domenica 8 dicembre con uno spettacolo sull’energia e l’effetto serra.

“Smart Energy” è il primo appuntamento della stagione “Teatro+Tempo Famiglie” del Binario 7, in programma domenica 8 dicembre alle ore 16. La rassegna, nata dalla volontà dell’Assessorato alle Politiche Culturali e di Sostenibilità del Comune di Monza e dalla compagnia La Danza Immobile, ha l’obiettivo di avvicinare i più piccoli alle tematiche dell’educazione ambientale, che rientrano tra le parole chiave di Expo 2015: cibo, energia, pianeta, vita.

“Smart Energy” racconta ai bambini e ai ragazzi come l’eccesso di CO2 ed altri gas nell’atmosfera, dovuto alle attività umane, stia causando l’effetto serra e quindi il surriscaldamento del nostro pianeta. Il divertimento è assicurato grazie a diverse situazioni comiche che vogliono educare ad uno stile di vita più sostenibile.
Le conseguenze, come è noto, sono lo scioglimento dei ghiacciai e l’innalzamento del livello degli oceani e dei mari, con il pericolo che molte città costiere possano essere sommerse dall’acqua e che intere zone dell’interno si riducano a deserti nei prossimi 50 anni; ma soprattutto, più in generale, che il delicato equilibrio sul quale si fondano le leggi della natura da milioni di anni venga distrutto in poco tempo dall’uomo.
Per spiegare come si è arrivati a questo punto, lo spettacolo racconta la storia dell’umanità e del suo crescente bisogno di energia, dai tempi in cui l’uomo primitivo poteva servirsi della sola forza muscolare alla scoperta del fuoco, fino alla rivoluzione industriale con le prime macchine a vapore e la scoperta dell’energia elettrica.
Per produrre l’elettricità, per riscaldarsi e per spostarsi, l’uomo ha scelto di bruciare i combustibili fossili, carbone e petrolio, con la conseguenza di aumentare di tre volte, in soli 200 anni, la presenza di gas nell’atmosfera e creare il “famoso” effetto serra.

L’umanità ha una grande responsabilità nei confronti delle future generazioni: se non si trovano subito soluzioni adeguate, l’aumento della temperatura può causare danni sempre più gravi al pianeta che consegneremo ai nostri figli e nipoti.
Eppure, la possibilità di cambiare esiste e basta poco per rimediare. Ogni cittadino, non solo i governi, può contribuire da subito: spegnere la luce quando non serve, utilizzare l’auto meno possibile, sfruttare la luce del sole per produrre elettricità, fare attenzione a non sprecare inutilmente energia nelle piccole cose di tutti i giorni, sostenere lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili, in sostituzione dei combustibili fossili, ecc. ecc.
La forma di energia più “intelligente” è il risparmio, la sensibilità, la coscienza che ogni nostro piccolo gesto influisce sull’intero sistema globale e che ciascuno di noi può prendersi cura del futuro della Terra.

🤞 Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Enable Notifications    OK No thanks