Rossy de Palma per la prima volta al Piccolo, 17-22 marzo

1424947289_rossydepalma©jorgerepresa

MILANO – Piccolo Teatro Grassi (via Rovello 2), dal 17 al 22 marzo 2015
Resilienza d’amore
Donne, Surrealismo e passione
recital di Rossy de Palma
in collaborazione con Istituto Cervantes

Spettacolo in italiano e spagnolo

Rossy de Palma, artista eclettica, diva di Almodovar, è per la prima volta al Piccolo Teatro con Resilienza d’amore, un recital che presenta in esclusiva nella sala storica di via Rovello, dal 17 al 22 marzo.
Definita “dama Picasso” per i suoi straordinari lineamenti asimmetrici, Rossy de Palma compie un viaggio attraverso il Surrealismo tangibile, materiale e vitale. Dopo la coscienza dell’incoscienza postmoderna, si scopre la pura assurdità della vita e sotto il prisma di Cubismo, Surrealismo, Espressionismo e Costruttivismo, l’artista multidisciplinare rivendica la validità della sua idiosincrasia fisica e mentale, della necessità dell’arte come salvatrice suprema per affrontare la mostruosità della diversità. Ci parla della creazione incosciente, del misticismo dell’esistenza, della terapia creativa, di come un naso sfidante si può trasformare in uno scudo protettivo, di come la sensibilità si apra alla versatilità artistica creando una Resilienza d’amore, di come l’arte possa rappresentare la fragilità della vita, la complessità di un mondo in costante cambiamento. Con i versi di Lorca, le suggestioni visive di Picasso e di Dalì, Rossy de Palma dichiara il suo amore, di più, la sua immedesimazione con il Surrealismo, in un recital che intesse storie d’amore e racconti di donne, come Gala, la Musa di Dalì, il cui fantasma ancora “vive” nella mitica villa di Cadaques. Una performance unica, uno spettacolo intenso e suggestivo, che mescola i linguaggi più diversi per raccontare la contemporaneità attraverso le infinite, inafferrabili contraddizioni del ‘900.