Vai al contenuto
Home » Blog » Quando il cinema è aperto per ferie

Quando il cinema è aperto per ferie

elysiumUN FILM DA MOLTO DI PIÙ
Chiusura estiva. Anni fa, il cartello con questa scritta campeggiava in Agosto su vetrine e saracinesche dei cinema. Altri tempi, quanto la famiglia italiana poteva permettersi di affittare una casa per un mese di vacanze o anche più. Nelle città deserte, che senso aveva mantenere aperte le sale? Per il povero cinefilo, le uniche possibilità di scelta erano tra i locali d’essai e i cinema parrocchiali. Tutt’altra musica, oggi.
La crisi morde il budget familiare: non solo si è felici quando si riescono a fare un paio di settimane di vacanza, ma tanti devono ridurre i consumi. tra le prime spese a essere tagliate quelle considerate (a torto) superflue: in un anno, gli italiani hanno speso 3 miliardi di euro in meno per i consumi culturali. Si va meno a teatro, cinema, musei, concerti classici e pop, eventi sportivi e perfino la discoteca. Profondo rosso in ogni settore. A Gennaio, il mercato cinema faceva registrare meno 10,35% di biglietti staccati e meno 8,40% d’incassi. A Roma, la città con più schermi (221), sono una cinquantina le sale che hanno chiuso. In questi mesi ci sono timidi segnali di ripresa. Merito della decisa reazione a vecchie abitudini. I nuovi film escono il Giovedì d’ogni settimana e non più il Venerdì, prolungando il primo week-end d’incassi. La stagione non comincia più a Settembre, con la Mostra di Venezia, ma a Ferragosto. E tanti cinema non chiudono, offrendo film made in USA.
Ecco le pellicole da non perdere, questa estate.
Al costo di un happy hour, un film dà molto di più.

 

MONSTER UNIVERSITY
> Regia di Dan Scanlon (USA, 2013)
> Data di uscita 21 Agosto

Sono passati dodici anni da quando la Pixar di John Lasseter lasciò tutti a bocca aperta tradendo i canoni classici dell’animazione.
Monster & Co fu un travolgente successo di risate, sentimenti e simpatia. Il tutto impreziosito dall’Oscar vinto dal compositore Randy Newman per la miglior canzone. …spaventare i bambini per incamerare energia non è bello, meglio farli ridere! Il monocolo Mike e il peloso Sulley l’hanno capito. Monster University (uscito un mese fa negli Usa e nei Paesi anglosassoni incassando 300 milioni di dollari) narra ciò che è avvenuto prima. Diciottenni impacciati e speranzosi, Mike e Sulley s’incontrano per la prima volta alla facoltà di Spaventologia: entrambi vogliono diventare famosi. I concorrenti sono molti e neppure tanto corretti. Mike e Sulley si stanno cordialmente antipatici.
Scopriranno però la forza della vera amicizia. Peccato per quel viscido di Randella, che giura vendetta…

TURBO
> Regia di David Soren (USA, 2013)
> Data di uscita 19 Agosto

Dopo Kung Fu Panda e Madagascar, ecco un’altra avventura demenziale vissuta controcorrente.
Turbo è una lumaca a cui non basta, così come al fratello Chet e alle altre compagne dell’orto, di procurarsi cibo scansando ogni pericolo: adora la velocità e sogna di…correre a Indianapolis!
“Quando ho chiesto a Ryan Reynolds di dar voce al nuovo personaggio”, dice il produttore Jeffrey Katzenberg, “lui ha domandato cosa ci fosse di strano in uno che vuol vincere la 500 miglia. Turbo finirà nella valvola d’aspirazione di un’auto sportiva, il protossido d’azoto ne altererà le molecole e così si scoprirà incredibilmente veloce.
“Ma non è questo colpo di fortuna che risolve le cose”, sottolinea il regista David Soren. “Ciò che conquista di Turbo sono la perseveranza e la fede nell’amicizia. Sarà con quelle che trasformerà in realtà il suo ridicolo sogno”.

ELYSIUM
> Regia di Neill Blomkamp (USA, 2013)
> Data di uscita 29 Agosto

Il mondo è cambiato ma l’uomo mica tanto. Ricchi, pochi, da una parte e poveri disgraziati dall’altra. I primi vivono in una stazione spaziale, Elysium, immacolata e all’apparenza paradisiaca, governata dal segretario Rhodes,alfiere delle leggi anti immigrazione. Tanti provano a saltare da una realtà all’altra,ma solo il disperato Max metterà davvero in crisi il sistema.
Nel ruolo di ammaccato antieroe troviamo Matt Damon,versione testa rasata e tatuaggi ai bicipiti: “In una scena, Max è connesso all’esoscheletro che lo trasforma in formidabile uomo-macchina”, racconta. “A me ha fatto pensare alla vestizione di un torero del futuro”. Ma il buono non brillerebbe di luce propria se a far da riflesso non ci fosse un degno cattivo: il segretario Rhodes è l’algida Jodie Foster.

IN ANOTHER COUNTRY
> Regia di Hong Sang-soo (Corea del Sud, 2012)
> Data di uscita 22 Agosto

Oltralpe, il sudcoreano Hong Sang-soo è un maestro paragonato a Eric Rohmer.
A differenza dei colleghi Kim Ki-duk (L’isola, Ferro 3, Pietà) e Park Chanwook (Oldboy, Lady Vendetta), nel suo cinema rifugge crudeltà e dure parabole filmando delicate variazioni sul classico tema delle geometrie del cuore.
Stavolta coinvolge la stupenda Isabelle Huppert, premiata nei festival di tutto il mondo e musadi Godard, Chabrol, Haneke, Bellocchio. “Sono piena di ammirazione”, annota la Huppert nel suo diario alla fine delle riprese. “Hong Sang-soo fa scelte sofisticate senza grandi budget. Mi ricorda Godard: niente sceneggiatura, scene consegnate al mattino. Ha nutrito il film coi miei gesti, frasi che mi ha rubato”.

???? Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Mihail Ottelli

Enable Notifications OK No thanks