Omaggio a Ronconi, 8 marzo

1425468800_2002_2_Infinities_©MarcelloNorberth
 
Il Piccolo Teatro ricorda Luca Ronconi riprendendo lo spettacolo Lehman Trilogy nel mese di maggio, per tre settimane dal 12 al 31, e domenica 8 marzo, giorno che sarebbe stato del suo ottantaduesimo compleanno, dedicando l’intera giornata a proiezioni di video e filmati che raccontano il lavoro teatrale di Ronconi dal 1999 al 2015.
Questo, in dettaglio, il programma dell’8 marzo.
 

Luca Ronconi, la continua ricerca

Domenica 8 marzo 2015 – Chiostro Nina Vinchi (Via Rovello2, M1 Cordusio)

Chiostro Nina Vinchi, ore 11.30

Luca Ronconi. Ritratto del regista da grande

di Franco Marcoaldi

con la regia di Ariella Beddini

Un’intervista di Franco Marcoaldi che, se nelle intenzioni intendeva raccontare solo l’opera teatrale di Ronconi, nei fatti si è allargata a molte altre riflessioni: al senso della vita, ai ricordi d’infanzia e di giovane studente solitario, al suo rapporto con i giovani e, in questi ultimi anni, a quello più delicato e doloroso con la malattia. Dialogo libero con un maestro che, anche senza volerlo, con ricordi e impressioni, tratteggia un’epoca e offre una chiave per comprendere l’oggi.

Una produzione RES/Rai Storia, in collaborazione con Rai Teche e Centro di Produzione di Torino e con Centro Teatrale Santacristina, Rai Cultura

per gentile concessione di Rai Teche

Chiostro Nina Vinchi, dalle ore 12.30 alle ore 16

Speciali web-tv del Piccolo Teatro

Interviste, prove, speciali e spezzoni video – in collaborazione con 3D Produzioni e SkyArteHD – intorno agli spettacoli: La compagnia degli uomini di Edward Bond, La modestia e Il panico di Rafael Spregelburd, Santa Giovanna dei macelli di Bertolt Brecht, Pornografia di Witold Gombrowicz, Celestina di Michel Garneau da Fernando de Rojas.

Chiostro Nina Vinchi, ore 16.00

Luca Ronconi. Appunti di lavoro

Ronconi alla prova

autore e regia di Ariella Beddini

Di Luca Ronconi i suoi attori, Orsini, Branciaroli, Popolizio, Pierobon e altri, parlano come di un suscitatore di emozioni. Ma in che modo lavorava Ronconi? “Faceva il regista – raccontano –  facendo l’attore, con tanto di intonazione della voce e movimenti, suggerendo strade interpretative che trasformano il risaputo e smentiscono lo scontato”. Suscitando intelligenza e curiosità per le possibilità di un testo e di un personaggio, ma anche pretendendo disponibilità alla metamorfosi e alla sfida. “D’altronde – diceva Ronconi – una prova ha senso solo se il regista e gli attori corrono un rischio, tutti insieme”.

Una produzione RES/Rai Storia, in collaborazione con Rai Teche e Centro di Produzione di Torino

e con Centro Teatrale Santacristina, Rai Cultura

per gentile concessione di Rai Teche

 

Chiostro Nina Vinchi, ore 17.00
Special Infinities: Percorsi nell’infinito

da Infinities

regia teatrale di Luca Ronconi, un programma di Ariella Beddini

Un documentario su Infinities, spettacolo dal testo di  John D. Barrow sui paradossi dell’infinito, andato in scena nello Spazio Bovisa di Milano nel marzo del 2002 e maggio del 2003. “Al fondo della volontà di rappresentare il composito sguardo con il quale siamo ora portati a capire quanto ci circonda – scriveva Ronconi – sta, non lo nego, il sogno che inseguo da una vita: tra gli anfratti dello spazio, gli interstizi del tempo, le incrinature dell’identità e le slabbrature dell’essere sui quali prolifera il nostro oggi, presentare uno spettacolo infinito, uno spettacolo cioè capace di eccedere nel tempo e nello spazio le facoltà percettive del pubblico, uno spettacolo che possa essere colto da ogni singolo spettatore solo per frammenti e che a posteriori riviva nella memoria come soggettivo montaggio delle schegge di messa in scena da lui rubate nel vario offrirsi – e sfarsi – della rappresentazione”.

Produzione RAISAT Show

 

Chiostro Nina Vinchi, ore 18.00
La scuola d’estate

un film di Jacopo Quadri

Umbria, Santacristina. Nella sala prove, dove i passaggi del giorno e della notte sono scanditi da un gong, scopriamo il maestro in veste di vecchio-bambino: nel gioco dei caratteri e nello scavo delle voci, alla ricerca delle pieghe segrete dei personaggi in un affascinante scandaglio dei testi. Barba bianca e sguardo penetrante, mago e maieuta, Ronconi si espone tra vita e teatro in uno stato di grazia che lo consegna alla fiaba.

Una produzione Ubulibri e Rai Cinema in associazione con Okta Film

in collaborazione con Santacristina Centro Teatrale e l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” Distribuzione Italia Cinecittà Luce – Nastro D’Argento speciale Documentari 2015

 
Tutte le proiezioni al Chiostro Nina Vinchi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti