Monza, incontro con Elio De Capitani

eliodecapitani

TEATRO BINARIO 7
Stagione “Teatro+Visto da Vicino”
INCONTRO con ELIO DE CAPITANI
venerdì 28 marzo 2014, ore 21
ingresso gratuito (prenotazione non necessaria)

Elio De Capitani incontra il pubblico del Teatro Binario 7 di Monza venerdì 28 marzo, alle ore 21.00, nel terzo e ultimo appuntamento della stagione “Teatro+Visto da Vicino”. In un racconto autobiografico che passa dall’aneddoto alla citazione, dal ricordo alla riflessione, l’attore e regista ci trasporta nel cuore di un’esperienza irripetibile: l’incontro con i grandi maestri del Teatro. L’artista e l’uomo, la formazione e le conquiste, viaggiando nei ricordi, nei racconti e nel senso di fare teatro.

«Del teatro ho fatto tutti i mestieri: il facchino, il tecnico, l’amministratore, l’organizzatore, l’attacchino, l’attore per dieci anni e il regista per dodici. Di necessità virtù. Il teatro non è stata la mia vocazione, ma un caso.
Avevo quindici anni quando è arrivato il 1968. Ho smesso di leggere. Ho cominciato a scrivere manifesti, volantini. Poi a parlare alle assemblee. È stato bello, soprattutto all’inizio. Se sono diventato quel che sono so di doverlo anche a quegli anni, nel bene e nel male. Ma ancora oggi mi trovo a disagio con chi li rimpiange.
Un giorno, a uno spettacolo, ho visto un’attrice. Lo spettacolo non lo capivo, dell’attrice mi innamorai. Lì è iniziata la mia vita attuale e anche il mio lavoro attuale, confusi come mai avrei sperato. L’attrice era Cristina Crippa, mia moglie. Nell’ottobre del ’90 è nato Lucio, nostro figlio. La compagnia era il Teatro dell’Elfo, ancora oggi la mia tribù».