La Principessa Sissi

Questo anno ricorre il centesimo anniversario dall’inizio della Prima guerra mondiale scatenata dall’impero austro-ungarico a seguito dell’assassinio dell’erede al trono, e della moglie, a Sarajevo.
Imperatore dell’epoca era Francesco Giuseppe, soprannominato dai più come Ceco Beppe, rimasto famoso soprattutto per avere sposato Sissi passata alla leggenda, soprattutto, grazie ad una serie di film che tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo visto.
Sissi, interpretata da Romy Scheider, è la protagonista di una trilogia in cui si racconta della vita romanzata di questa principessa bavarese da quando incontra il futuro marito a quando, ormai imperatrice, accompagna il consorte in un viaggio in Italia.
Primo film della trilogia è La principessa Sissi, datato 1955, e racconta dell’incontro fra Sissi e il giovane imperatore in occasione di un incontro di famiglia organizzato dalle madri dei due giovani, che sono sorelle, per annunciare il fidanzamento fra il sovrano austro-ungarico ed Elena, Nené, sorella della stessa Sissi.
Ovviamente il piano delle madri verrà sabotato dall’imperatore che, in occasione del ballo, anziché offrire il bouquet di rose ad Elena, darà fiori ed anello a Sissi.
Al film do 3 su 5 perché è legato ai ricordi della mia infanzia e adolescenza quando guardare questa pellicola significava sognare di vivere, almeno un giorno, alla corte imperiale austriaca nelle vesti di una dama di corte o, perché della stessa imperatrice; crescendo mi sono tolta lo sfizio di leggere alcune biografie di Sissi ed ho scoperto che la vita di Sissi fu tutto tranne che facile e felice.