“Improvvisamente l’estate scorsa”

Improvvisamente_CristinaCrippa.jpg._ok
 

Monza, TEATRO BINARIO 7
22-23 febbraio 2014
IMPROVVISAMENTE, L’ESTATE SCORSA

di Tennessee Williams
traduzione Masolino d’Amico
con
Cristina Crippa
Elena Russo Arman
Cristian Giammarini
Corinna Agustoni
Edoardo Ribatto
Sara Borsarelli

scene Carlo Sala
costumi Ferdinando Bruni
luci Nando Frigerio
suono Giuseppe Marzoli
regia Elio De Capitani
produzione Teatro dell’Elfo

 

«Elena Russo Arman è diventata in questi anni una delle migliori attrici in circolazione sulle nostre scene. A una ragazza vittima del perbenismo sessuofobo di una società soffocante e rapace, Russo Arman regala un’interpretazione di commovente intensità: nello slancio e nella vitalità repressa, nel guizzo erotico e nel gesto nervoso, nella sofferenza e nel bisogno d’amore, nell’ostinazione disubbidiente e nello sguardo ferito».
Sara Chiappori, La Repubblica

«Un testo ben congegnato che De Capitani rilegge in tutta la sua forza drammatica dentro uno cornice scenica grandiosa che rappresenta il giardino di una villa dalla lussureggiante flora subtropicale. Scene madri da teatro in cui una volta erano pasto dei grandi mattatori. Qui a rivaleggiare sono Cristina Crippa che si cala con buon mestiere nel tragico e visionario personaggio della madre e Elena Russo Arman, una Catherine indomita e che chiude il lavoro in un bel crescendo drammatico. Arbitro distaccato del duello nelle vesti del dottore un equilibrato Cristian Giammarini».
Domenico Rigotti, Avvenire