Il Teatro Antigone Riapre ed è Subito Festa

IL TEATRO ANTIGONE RIAPRE ED E' SUBITO FESTA

Riapre il teatro-salotto di Testaccio in piena sicurezza e con tanta voglia di ricominciare

Domenica 21 Giugno 2020 siamo stati al Teatro Antigone (Scheda Click Artist Teatro Antigone) in Via Amerigo Vespucci a Testaccio per assistere allo spettacolo della Compagnia Teatrale Iposcenio, scritta e diretta da Sasà Russo dal titolo “Quelli come noi”.

Uno spettacolo molto piacevole, una commedia a 5 attori che racconta la storia di una compagnia teatrale che ricerca attori per mettere in scena, appunto il testo “Quelli come noi”, come recita il titolo.

Personaggi molto caratterizzati e divertenti si alternano sul palco e subito risalta la modalità con cui il regista (anche autore) ha attualizzato le battute al momento attuale, e soprattutto alla riapertura del teatro.

Quelli Come Noi 1

Riferimenti al Covid-19, gel in scena passato in modo disinvolto sulle mani dagli attori in scena, barriere di plexiglass in una scena divertente, guantini indossati con eleganza: tutti modi che portano in sé molto più che semplici espedienti per divertire il pubblico e in qualche modo esorcizzare le paure di questi ultimi tempi.

La forza di un piccolo teatro off di riaprire, di superare le difficoltà degli ultimi tre mesi che hanno imposto un blocco alla programmazione e alle entrate di cui queste realtà artistiche vivono, è da ammirare e sicuramente prendere ad esempio.

Il fatto di avere una sala di media grandezza e quindi spese in qualche modo sostenibili anche con il numero contingentato di spettatori, pone sicuramente questi teatri off in una posizione leggermente più favorevole ai grandi teatri che ospitano spettacoli più costosi e spese maggiori, ma c’e’ da sottolineare una differenza sostanziale.

Il teatro Antigone, come altre sale di ampiezza simile, (come il Teatro Trastevere – Scheda Click Artist per citarne un altro), ha scelto di percorrere la strada di una sopravvivenza fatta di cose pratiche, d’arte e di spettacoli portati in scena in sicurezza, seguendo tutte le regole. Ci auspichiamo che, nonostante le difficoltà, le altre realtà simili a questa, scelgano la strada di praticare arte anche laddove può sembrare difficile e impossibile.

Quelli Come Noi 2

Veniamo infatti accolti con la misurazione della temperatura, gel al botteghino e prima di accedere in sala, mascherina fino a quando non ci accomodiamo al nostro posto e sedie sistemate in maniera contigentata, con un metro di distanza sia da chi ci siede davanti che chi si trova di fianco a noi.

L’emozione si respira tangibile, infatti all’entrata della direttrice Bianca Silverio, il pubblico si scioglie in un applauso di incoraggiamento, tutti partecipi di quella specie di “festa” che era diventata l’attesa di inizio dello spettacolo.

Quelli Come Noi 2020

“Quelli come noi” termina con una vera e propria dichiarazione d’amore al teatro e all’arte, con le frasi recitate dagli attori in modo emozionato e intenso: sicuramente avevano cariche in sé un senso del tutto diverso rispetto al solito.