Vai al contenuto
Home » Blog » IL SOGNO DELLA GIOVENTù – dal 17 al 29 gennaio – Campo Teatrale

IL SOGNO DELLA GIOVENTù – dal 17 al 29 gennaio – Campo Teatrale

IL SOGNO DELLA GIOVENTU@Pietro Baroni

Campo Teatrale – Milano
dal 17 al 22 e dal 24 al 29 gennaio 

Il sogno della gioventù
di e con Gianluigi Gherzi
regia Silvia Baldini
partitura fotografica Luca Meola
allestimento scenico Erica Sessa
disegno luci Beppe Sordi
una produzione Gherzi – Baldini
in collaborazione con Campo Teatrale, Casa in movimento di Cologno Monzese, Teatro Periferico di Cassano Valcuvia, I.A.C. di Matera, Qui e Ora Residenza Teatrale

Il 17 gennaio debutta a Campo Teatrale la nuova produzione “Il sogno della gioventù” di e con Gigi Gherzi e la regia di Silvia Baldini.

Al centro della scena uno strano archivista, Gigi Gherzi, scrittore, attore e regista, tra le figure più prolifiche nel panorama teatrale contemporaneo, alle prese con la stesura di un piccolo manuale per vivere la gioventù e uscirne vivi. Entra nelle stanze dei giovani, nei riti e negli incontri delle compagnie, nei luoghi del consumo, nelle università e negli stage post laurea, nel catalogo delle aspirazioni difficili e delle promesse di lavoro.

Narrazione, esplorazione lirica, appunti fotografici danno vita a uno spettacolo che interroga il silenzio e la diffidenza tra le generazioni, con il gusto della provocazione e l’amore per un nuovo possibile incontro.

Vi prego ridatemi una selva oscura.

E quel desiderio di uscirne.

Di ritornare a riveder le stelle.

Ridatemi il cammino, il senso del cammino,

ridatemi lo smarrimento e le domande.

Mi basterebbe forse solo questo.

Non chiederei nemmeno un sentiero d’uscita.

Un archivio di quaranta testi – poesie, narrazioni, pagine di diario, giochi con il pubblico, personaggi che chiedono parola, canzoni – in cui tutte le storie, le esperienze e i segni raccolti dall’attore archivista sulla gioventù dialogano con il lavoro fotografico di Luca Meola, lavoro che di volta in volta prende forma di canto lirico, videoclip e partitura visiva dello spettacolo.

Ogni replica vede sul palcoscenico insieme all’attore autore Gigi Gherzi, una sorta di maestro del coro senza tempo, un gruppo di persone ogni sera diverso, un coro contemporaneo. Ogni sera dunque il gruppo porterà in scena un proprio testo e sceglierà quali tra i molti materiali dell’archivio daranno vita all’evento, unico e irripetibile, che sarà presentato al pubblico.

???? Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Mihail Ottelli

Enable Notifications OK No thanks