Il boxoffice del 18 novembre

Sole a Catinelle continua a macinare record, diventando il film italiano con il maggiore incasso di tutti i tempi in meno di tre settimane. Discrete le new entry.

Il box office italiano è ormai riscritto nuovamente da Checco Zalone. In appena diciotto giorni, Sole a Catinelle è diventato il film italiano con il maggiore incasso di sempre al botteghino nostrano, superando il record di 43,3 milioni di euro detenuto dalla pellicola precedente del comico pugliese, Che bella giornata.
Sole a Catinelle ha infatti incassato 6,3 milioni di euro negli ultimi quattro giorni con una media impressionante di 6600 euro, infrangendo il globale allucinante di 43,7 milioni di euro in sole tre settimane.
Il risultato pazzesco del film dimostra che il campione di incassi potrà ambire facilmente al tetto assoluto del box office italiano di tutti i tempi, detenuto da James Cameron con Avatar (65,6 milioni di euro) e Titanic (50,2 milioni di euro)… senza 3D.

Dietro Sole a Catinelle, il botteghino registra risultati nella norma, a partire dall’italiano Stai lontana da me che apre in seconda posizione con 1,5 milioni incassati in oltre 350 copie. La commedia con Enrico Brignano ha evidentemente patito la concorrenza di Zalone, ma con un’ottima media di 4200 euro ha attirato un’ulteriore fetta di spettatori.

Planes perde una posizione, arrivando a 2,7 milioni complessivi con il milione incassato al suo secondo weekend.

Dopo il debutto al Festival del Film di Roma, L’ultima ruota del carro esordisce al quarto posto con 838.000 euro. La commedia di Giovanni Veronesi (film d’apertura al festival romano) non beneficia di un trampolino di lancio nonostante la promozione capitolina, ottenendo una media di 2200 euro nelle 373 sale monitorate.

La posizione successiva è occupata da un’altra new entry, Jobs. Il biopic su Steve Jobs debutta con un risultato più che discreto, incassando 685.000 euro in 232 copie a disposizione.

Prisoners precipita al sesto posto con 446.000 euro, giungendo a 1,2 milioni totali.

Venere in pelliccia apre in settima posizione con 377.000 euro. Il film di Roman Polanski presentato al Festival di Cannes ottiene una buona media di poco inferiore ai tremila euro.

Cattivissimo Me 2 si appresta a lasciare la top10, incassando altri 267.000 euro per un totale di ben 15,6 milioni.

Esordio deludente per Il paradiso degli orchi. Il film francese tratto dal romanzo di Daniel Pennac non va oltre la nona posizione con 164.000 euro raccolti in 197 copie, con una media di 1500 euro per sala.

Chiude la top10 Machete Kills, giunto ad appena 627.000 euro totali con altri 131.000 euro.

(Cinefilos)