Vai al contenuto
Home » Blog » Harry ti presento Sally

Harry ti presento Sally

Recentemente tv e giornali hanno dedicato dei servizi per ricordare l’uscita, avvenuta 25 anni fa, di una pellicola che l’American Film Institute considera una fra le 100 migliori commedie di sempre.
Il film in questione, che tutti abbiamo visto almeno una volta nella vita, è Harry ti presento Sally che vede fra i protagonisti Meg Ryan e Billy Cristal, magistralmente, diretti da Rob Reiner sulla base di un soggetto scritto da Nora Eprhon, indimenticata regina delle commedie made in Usa.
Harry ti presento Sally segue l’evolversi del rapporto fra i due protagonisti nell’arco di un decennio: dalla fine degli studi universitari fino all’immancabile happy end passando per tutta una serie di incontri causali decisi dal destino che prima li fa allontanare e poi, al momento opportuno, riavvicinare.
Billy Crystal è Harry che è un convinto sostenitore della teoria che l’amicizia fra un uomo ed una donna non potrà mai esistere; il personaggio del protagonista principale è stato ideato ispirandosi alle vicende personali del regista che, proprio in quel periodo, era reduce da una rottura sentimentale che lo aveva trasformato in un cinico pessimista.
Meg Ryan è Sally, personaggio solare, attivo ed allegro, che la sceneggiatrice, Nora Ephron, ha ideato ispirandosi proprio a lei e alla sua vita.
Di questo film è passata alla storia la famosa dell’orgasmo suggerita dalla protagonista principale, Meg Ryan, mentre la battuta successiva, quella in cui una donna ordina lo stesso piatto di Sally, viene pronunciata dalla mamma del regista.
Particolarità di questo film, che personalmente trovo molto bella, è la presenza di alcune coppie di lunga data che, nel corso della storia, raccontano ai telespettatori il loro primo incontro.
Nonostante sia una commedia, Harry ti presento Sally, ha ottenuto numerose nomination ai premi cinematografici più importanti come gli Oscar, i Golden Globe, i David di Donatello e il Bafta vinto dalla sceneggiatrice Nora Ephron nella categoria “miglior sceneggiatura originale”.
A questo film assegno un bel 5 su 5: la commedia è piacevole da vedere, offre spunti di riflessione e, perché no, di discussione sui rapporti fra un uomo ed una donna oltre ad una colonna sonora di tutto rispetto con cantanti del calibro di Frank Sinatra, Ray Charles e Louis Armstrong.

🤞 Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Art Spettacoli