Vai al contenuto
Home » Blog » “HARD CANDY” di Corrado d’Elia al Teatro Libero

“HARD CANDY” di Corrado d’Elia al Teatro Libero

DSC_0054bis copy copy

MILANO – TEATRO LIBERO

Dall’1 al 14 dicembre 2015

HARD CANDY

di Brian Nelson


progetto, adattamento e regia Corrado d’Elia
assistente alla regia Luca Ligato


con Alessandro Castellucci e Désirée Giorgietti


scene Corrado d’Elia e Luca Ligato

tecnico luci Marcello Santeramo
fonica Mario Bertasa
costumi Stefania Di Martino

produzione Teatro Libero

d’Elia mette in scena una storia affascinante, dove niente è come sembra
e un’innocente ragazzina nasconde un terribile segreto.

Una ragazzina e un uomo si conoscono in chat, s’incontrano, e niente sarà più come prima. Corrado d’Elia firma la regia di una favola nera che vede protagonista un’affascinante e pericolosa vittima che si tramuta rapidamente in carnefice.

E’ un gioco di ruoli che si intrecciano, si sdoppiano e si scambiano tra la quattordicenne Hailey e il trentaduenne Jeff. Lei è una ragazzina candida e delicata. Lui un uomo affascinante distinto. Chi è il Lupo e chi è Cappuccetto Rosso? E se la ragazzina dietro l’aspetto innocente nascondesse un piano perfetto? Se l’uomo si ritrovasse a scontare una terribile vendetta, calcolata freddamente? In un susseguirsi imprevedibile e sconcertante di accadimenti, la storia prende le tinte del thriller e il dramma si compie.

Le parti si invertono continuamente.

“Non accettare mai le caramelle da uno sconosciuto”. Chi non si è mai sentito ammonire così da bambino? Ma se la situazione si ribaltasse? Se ad offrire le caramelle fosse una ragazzina e lo sprovveduto in pericolo fosse l’adulto? Oppure no, il contrario. Lui la adesca e lei è l’innocente vittima.

Tratto da una storia vera, portata sul grande schermo nel 2005 da Ellen Page e Patrick Wilson, quello che Corrado d’Elia porta in scena per la prima volta in teatro è uno spettacolo forte, che indaga il mondo sommerso delle chat, la cronaca dei nostri giorni, la pedopornografia, i risvolti psicologici delle nostre mille facce nascoste, le pulsioni più sotterranee, le perversioni di cui poco comprendiamo, poco sappiamo e per nulla parliamo.

Attenzione: SPETTACOLO CONSIGLIATO AI MAGGIORI DI 14 ANNI

???? Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Mihail Ottelli

Enable Notifications OK No thanks