Vai al contenuto
Home » Blog » Film 2013: le 10 delusioni più grandi secondo i critici Americani

Film 2013: le 10 delusioni più grandi secondo i critici Americani

leonardo_dicaprio_the_great_gatsby_wide_wallpaper-1280x800-620x350
 

Abbiamo già parlato di delusioni del 2013 ed oggi rincariamo la dose con le scelte dei critici Americani selezionati da BuzzFeed. Vediamoli insieme. Voi cosa ne pensate? Quale delusione vi ha scosso di più?

Il Grande Gatsby
Peter Travers – Rolling Stone: “Ci possono essere film peggiori questa estate di Il grande Gatsby ma non ci sarà una delusione più schiacciante”

Star Trek Into Darkness
AO Scott – The New York Times: “E’ difficile uscire dalla visione di Into Darkness senza un sentimento di delusione, perfino il tradimento. Forse è troppo tardi per lamentare la militarizzazione di Star Trek, ma nella sua ricerca della valuta blockbuster, Mr. Abrams ha sacrificato molto della sua idiosincrasia e, peggio ancora, il grande spirito dell’umanesimo che aveva sostenuto”

Elysium
Richard Corliss – Time: “District 9 era grazioso, una fusion divertente di satira politica, un mostro CGI sensazionale e una narrazione ironica sull’amicizia interspecie. Qualcuno dovrebbe salvare Neill Blomkamp”

Solo Dio perdona
Betsy Sharkey – Los Angeles Times: “L’ultimo lavoro del regista è brutale, sanguinario, satura di vendetta, sesso e morte, eppure è incredibilmente priva di significato, di scopo e di emozione”

La fine del mondo
Todd Gilchrist – The Playlist: “Come un film il cui tema centrale sottolinea i pericoli di vivere nel passato, Wright, Pegg e Frost sono fatalmente distratti dalla nostalgia, per pagare un omaggio ai classici precedenti e per creare un altro film che merita di stare al loro fianco”.

Monsters University
Todd McCarthy – The Hollywood Reporter: “Una linea retta monotona, Monsters University non sorprende e si spegne in direzioni impreviste”.

La quinta stazione
Elizabeth Weitzman – New York Daily News: “Che delusione, una storia affascinante domata in una presentazione indigesta”.

L’uomo d’acciaio – Man of Steel
Joe Williams – St. Louis Post-Dispatch: “Ogni occasione per l’umorismo, la compassione o risposte plausibili a fenomeni ultraterreni viene sepolta sotto i posizionamenti di prodotto e effetti speciali in CGI”.

Kick-Ass 2
Richard Roeper – Chicago Sun-Times: “Kick-Ass 2 è una ricostruzione banale. Troppo spesso suona come un Comic-Con impazzito, con battaglie gratuitamente viziose”.

Pacific Rim
Mick LaSalle – San Francisco Chronicle: “Se questo è il meglio che possiamo fare in termini di film – se qualcosa di simile può parlare all’anima del pubblico – forse dovremmo solo girare le telecamere e le attrezzature verso i dinosauri alieni e vedere cosa viene fuori”.

(cineblog.it)

🤞 Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

nv-author-image

Art Spettacoli