Al Teatro Binario 7, “Viva l’Italia”

Viva l'Italia_ph Luca del Pia_0923b
 

Monza, Teatro Binario 7
30 novembre e 1 dicembre

VIVA L’ITALIA
di Roberto Scarpetti
con Andrea Bettaglio, Massimiliano Donato, Federico Manfredi, Alice Redini e Umberto Terruso
luci Nando Frigerio
regia César Brie
produzione Teatro dell’Elfo

Il testo è stato insignito della Menzione speciale Franco Quadri – Premio Riccione per il Teatro 2011

Viva l’Italia, spettacolo su uno degli episodi oscuri degli Anni di Piombo, l’uccisione di Fausto e Iaio, è in scena al Teatro Binario 7 il 30 novembre e 1 dicembre. La regia è firmata dall’attore e regista argentino César Brie.

Lo spettacolo, produzione Teatro dell’Elfo, racconta delle morti di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci (Iaio), due diciottenni milanesi frequentatori del centro sociale Leoncavallo, uccisi a colpi di pistola al quartiere Casoretto la sera del 18 marzo 1978, due giorni dopo il rapimento di Aldo Moro da parte delle Brigate Rosse.
Viva l’Italia ha debuttato all’Elfo Puccini il 18 marzo 2013, a trentacinque anni esatti dalla morte di Fausto e Iaio. È stato in scena un mese, commuovendo e coinvolgendo spettatori di ogni generazione, dai parenti e i famigliari dei due giovani, a chi conserva vivo il ricordo di quei giorni del 1978, fino agli studenti che oggi, come allora Fausto e Iaio, frequentano le scuole, i concerti, i parchi e i teatri e vogliono essere liberi di immaginare il proprio futuro.
Il Teatro dell’Elfo ha fortemente voluto questo testo di Roberto Scarpetti e ha scelto di affidare la regia a César Brie, per la sua sensibilità poetica e perché proprio con lui aveva condiviso, in quegli anni a Milano, avventure artistiche e impegno politico.